Il tribù illirico, gli Istri, formano i primi insediamenti intorno 1700 A.C. Come la maggioranza delle tribù illiriche, gli Istri vivevano nei castellieri, solo che in Istria essi erano relativamente più numerosi che in altre regioni. Nel 177 A.C., i Romani conquistano questi territori e ne formano una delle sue colonie. Gli Slavi vennero su questi territori nel corso del VII secolo. Dopo la caduta dell'Impero Romano, la città cominciò a far parte dell'Esarcato di Ravenna fino al 788 quando cadde sotto il dominio dei Franchi. La caduta della Serenissima, Repubblica di Venezia, segnò l'inizio del governo dell'Impero Austriaco che fece di Pula una base navale militare di primaria importanza e con i vari potenziamenti del porto. La città appartiene oggi alla Repubblica di Croazia e rappresenta la perla del turismo croato attirando moltissimi turisti di tutto il modno.

(ORIGINE:www.pula24.com)

Il Tempio di Augusto

Il tempio al Foro romano e' dedicato alla dea Roma e all' imperatore Augusto. Venne costruito tra l' anno 2 prima di Cristo e il 14 , quando Augusto mori'. Ha la tipica forma di tempio. La sua funzione cambiava nel tempo: alla fine dell' antichita' pagana il suo impiego principale cesso' per venir usato come chiesa, poi come magazzino di grano mentre agli inizi del XIX sec. venne adibito a museo di monumenti e frammenti in pietra. Nel 1944 venne bombardato e quasi completamente distrutto, fu ricostruito dal 1945 al 1947 e oggi accoglie una piccola mostra di sculture antiche in pietra e bronzo. Si ritiene che il tempio gemello di cui e' conservata solo la parte posteriore , sia stato costruito nella stessa epoca e nello stesso stile. Secondo la tradizione, viene chiamato Tempio di Diana.

L' arco dei Sergi - Port' Aurea

Port' Aurea venne costruita tra il 29 e il 27 prima di Cristo da parte della famiglia Sergia,in onore a tre congiunti che occupavano alte cariche amministrative a Pola. L' arco era appoggiato alla porta cittadina Porta Aurea, cosi' chiamata per le ricche decorazioni dell' arco o per la doratura dello stipite. Agli inizi del XIX secolo la porta e le mura vennero demolite in seguito all' urbanizzazione e all' allargamento della citta'.

La fornice e' costruita in stile corinzio , con forti influssi ellenici e provenienti dall' Asia minore per quel che riguarda la tecnica e i motivi delle decorazioni. La parte orientale dell' Arco non era visibile e per questo motivo in gran parte non venne lavorata, mentre quella occidentale bene in mostra, e' ricca di decorazioni. Oggi nella piccola piazza adiacente al monumento si tengono manifestazioni culturali – teatrali e corali e lungo la via adiacente ci sono molti negozi.

Porta Ercole

In cima alla volta, proprio alla clava di Ercole, c’è un iscrizione che cita i nomi di Lucio Cassio Longino e Lucio Calpurnio Pisone, che erano stati incaricati dal Senato romano di creare una colonia dalla quale è nata Pula.

Il Palazzo municipale

Il palazzo, la sede dell' amministrazione della città, è stato più volte ampliato nel corso di vari secoli e rappresenta un' eccezionale fusione di stili architettonici, dal romanico al rinascimentale. Oggidì vi ha sede l' ufficio del sindaco.

Chiesa di San Francesco d' Assisi,

Sul pendio tra il Foro romano e la via circolare superiore si trova un complesso monasteriale dedicato a San Francesco. Costruita nel XIV sec. in un punto in cui già sorgeva un luogo di culto, la chiesa in stile tardoromanico con dettagli decorativi gotici , doveva essere una struttura severa e semplice, al servizio dell' ordine predicatorio francescano.

(ORIGINE:pula24.com/it)

  • Pula, Croazia - Storia e cultura - Foto 1
  • Pula, Croazia - Storia e cultura - Foto 2